Culotte de Cheval | Medical SkinCare | Medicina Estetica
 

BLOG

Tutte le notizie da Medial SkinCare

Culotte de cheval: cause e rimedi

Tante donne combattono per liberarsi degli antiestetici cuscinetti di grasso che circondano sedere e fianchi. Questo nemico della silhouette si chiama Culotte de cheval. Ecco come liberarsene.



culotte-de-cheval--cause-e-rimedi

La Culotte de cheval, ovvero quei fastidiosissimi e antiestetici cuscinetti adiposi che si formano sui glutei, i fianchi e le gambe, è un problema di moltissime donne, anche quelle magre, e non è per nulla facile liberarsene. Scopriremo insieme qual è la causa, i rimedi chirurgici, e non, per liberarsi della Culotte de cheval, che allarga e rende sproporzionata la nostra silhouette.

Le cause della Culotte de cheval

La Culotte de cheval può essere un problema anche per le donne magre, infatti, l’aumento di peso non è una delle cause principali per la formazione di questi antiestetici cuscinetti di cellulite. Cosa aiuta a dare origine alla Culotte de cheval? Ecco alcune brutte abitudini e condizioni che ne aiutano la formazione:

  • Tacchi alti: indossare sempre tacchi alti, ci porta ad assumere una posizione scorretta poiché tutto il nostro peso cade sulla pianta del piede e il sedere viene spinto troppo in fuori, mentre le gambe rimarranno sempre leggermente piegate. Questa posizione scorretta crea una tensione nell’area dei fianchi e del fondoschiena e favorisce l’accumulo di grasso in quella zona.
  • Vita sedentaria: stare sedute troppo tempo ad una scrivania produce lo stesso effetto. Quando si sta troppo in questa posizione, i fluidi del corpo ristagnano a causa della scarsa circolazione. Questa situazione aiuta la formazione della cellulite proprio sulla zona glutei/cosce, dando vita alla Culotte de cheval.
  • Alimentazione sbagliata: quando si mangiano cibi troppo calorici o grassi, il nostro corpo fatica a smaltirli e quindi è più facile che si formi la cellulite.
  • Ritenzione idrica: bere poco, trascorrere troppo tempo sedute e non fare nessuna attività fisica produce ritenzione idrica, anche questa nemica della nostra silhouette e prima causa di cellulite. 

La Coulotte de cheval è spesso ereditaria e davvero difficile da eliminare, ma non impossibile! Purtroppo non basta la sola attività fisica o la dieta ma c’è bisogno di esercizi ben mirati per snellire e levigare le cosce. Palestra, creme, dieta, chirurgia e qualche trucchetto, ecco come eliminare, o almeno migliorare, la fastidiosa Culotte de cheval.

Combattere la Culotte de cheval con una corretta alimentazione

Per evitare la formazione o per riuscire a far diminuire i cuscinetti di grasso, basta seguire una corretta eliminazione e far molta attenzione a:

  • Mangiare cibi a basso contenuto di grassi
  • Mangiare cibi proteici e con fibre
  • Seguire la sana dieta Mediterranea: frutta, verdura, cereali, pesce azzurro e carni bianche
  • Eliminare bibite gassate e zuccherate
  • Limitare gli zuccheri
  • Limitare il sale che provoca ritenzione idrica
  • Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno
  • Non saltare assolutamente i pasti Il consiglio in più: per la propria dieta depurativa si consiglia anche di bere, almeno una volta al giorno, del tè verde e assumere alimenti drenanti e brucia-grassi come l’ananas, sedano, cetrioli e asparagi.

Combattere la Culotte di cheval con l’esercizio fisico

Ma la dieta, si sa, non basta. Per ottenere dei risultati, alla sana alimentazione va aggiunto anche dell’esercizio fisico almeno tre volte a settimana, per minimo 20 minuti. Bisogna optare per esercizi che favoriscano il lavoro cardio-vascolare come il nuoto, la corsa o la camminata veloce. Soprattutto, per eliminare la Culotte de cheval, vanno fatti esercizi mirati per quell’area problematica per rimodellare e tonificare i glutei e le cosce.

Vediamoli insieme:

  • Piegamenti: tieni la schiena dritta, divarica le gambe alla larghezza delle anche (probabilmente, per le prime volte tirerà un po’ il muscolo), abbassati e rialzati lentamente. Ripeti per almeno 20 volte.
  • Ponte: stenditi supina sul pavimento, piega le gambe e porta le braccia lungo il corpo. Spingi in alto il bacino e, contemporaneamente, contrai i glutei.
  • Affondi: tieni sempre ben dritta la schiena e cammina a lunghe falcate stando attenta a poggiare a terra tutto il piede, dalla pianta al tallone. Ripeti 20 volte almeno. Un trucco è quello di contrarre il glutei ogni volta che puoi, durate tutto l’arco della giornata, per rassodarli senza troppi sforzi e, magari, preferire sempre le scale all’ascensore. E non dimenticare che indossare jeans stretti non aiuta la circolazione e aumentano, quindi, la formazione della cellulite, evitali il più possibile.

I rimedi chirurgici alla Culotte de cheval

Se i rimedi sopra indicati non sono stati d’aiuto o se vuoi, semplicemente, un risultato veloce e definitivo, la risposta è la chirurgia plastica. Con quale intervento possiamo liberarci della Culotte de cheval? Con la liposuzione-liposcultura. Questo tipo d’intervento si basa su una tecnica di aspirazione eseguito tramite sottilissime cannule, di circa due millimetri, e serve per rimodellare il corpo eliminando il grasso in eccesso. Un intervento molto preciso e decisamente poco invasivo, oltre che per niente doloroso.

La liposuzione-liposcultura è consigliata a soggetti che presentano cuscinetti di grasso localizzati in zone precise del corpo. Le aree femminili più interessate a questo fenomeno, e su cui si può agire tramite questo intervento sono: Culotte de cheval (regione pertrocanterica), glutei, interno coscia, fianchi, interno delle ginocchia, addome, polpacci e caviglie.

In cosa consiste l’operazione di liposuzione-liposcultura?

Questo tipo d’intervento si risolve in 4 passaggi:

  • Markers: per prima cosa, il chirurgo sottolinea con un pennarello le zone da trattare, disegnando una X sulle zone più critiche.
  • Infiltrazioni: con un ago molto sottile, il chirurgo inietta un vasocostrittore, per eliminare completamente il sanguinamento, e un anestetico locale. Poi, un liquido di infiltrazione che serve a isolare il grasso e aspirarlo più facilmente.
  • Aspirazioni: con una cannula di circa 3 mm collegata ad un aspiratore, si aspira il grasso in eccesso.
  • Medicazione contenitiva: alla fine dell’operazione, una volta controllato che la nuova silhouette sia migliorata, viene fatto indossare alla paziente un collant a compressione di 70 denari che favorirà la guarigione. Questo collant dovrà essere indossato per 2-3 settimane. La liposuzione-liposcultura si effettua in Day-surgery e l’intervento si può anche eseguire in anestesia locale, se il grasso da eliminare è moderato. L’operazione può durare dai 30 minuti alle due ore e non è assolutamente doloroso. 

 Dopo l’intervento, i tempi di guarigione vanno dalle 12 ore ai 4 giorni, anche se i risultati visibili si ottengono dopo un paio di mesi. I risultati sono assolutamente definitivi: il paziente non sarà immune all’aumento di peso, ma l’adipe non si depositerà mai più sulle zone trattate. La liposuzione-liposcultura ha un costo che varia dai 2.500 ai 6.000 euro.

DOTTOR
VINCENZO MASULLO

Da alcuni anni mi occupo di tricologia e chirurgia della calvizie; il mio obiettivo principale è quello di dare ai pazienti un risultato che sia il più naturale possibile e anche, e non ultimo, con il minimo disagio nel post-intervento. Alla ricerca della perfezione, in questi anni mi sono confrontato con i migliori chirurghi mondiali che si occupano di calvizie, e partecipato ai più importanti congressi di settore.

Richiedi un consulto Per individuare la soluzione più adatta alle tue esigenze, LA VISITA è GRATUITA