Ritenzione Idrica | Laser | Medical SkinCare
 

BLOG

Tutte le notizie da Medial SkinCare

Ritenzione Idrica: Cause, Sintomi e Rimedi Efficaci

Ritenzione idrica:le cause, i rimedi naturali e medici più efficaci. I consigli del Dott. Masullo.



ritenzione-idrica--cause--sintomi-e-rimedi-efficaci

Ritenzione idrica:le cause, i rimedi naturali e medici più efficaci. I consigli del Dott. Masullo. 

La ritenzione idrica non è un semplice fastidio legato soprattutto al genere femminile (si stima di 1 su 2), ma una vero e proprio problema endocrino, che colpisce cioè il metabolismo. Le zone più interessate da questa patologia sono: cosce, fianchi e pancia.

La ritenzione colpisce la regolare funzione dell’organismo che in questo caso mira a trattenere i liquidi in eccesso negli spazi intracellulari, ricchi di tessuto adiposo. Questo causa la cosiddetta “buccia di arancia” dovuta al ristagno dei liquidi, causato a sua volta da un problema funzionale del microcircolo, contenente i vasi linfatici.

Cause e sintomi della ritenzione

Fattori genetici, sedentarietà, abuso di alcol, fumo e farmaci, intolleranze alimentari, problemi renali e di tiroide, sono le principali cause della ritenzione idrica.

Come si manifesta la ritenzione idrica? La sintomatologia si suddivide in 3 stadi:

  • 1°stadio: gonfiore alla parti basse, quali cosce, piedi, caviglie 
  • 2°stadio: comparsa di edemi che possono evolversi in cellulite
  • 3°stadio: comparsa di vene varicose e capillari

Ritenzione idrica: i 4 tipi

Così come nel caso della cellulite, anche nel caso della ritenzione idrica esistono 4 tipologie, o meglio stadi, differenti.

  • Ritenzione primaria: 1°stadio della patologia, riguardante i problemi del sistema linfatico e circolatorio
  • Ritenzione secondarie: causata da patologia arteriosa, renale o linfatica 
  • Ritenzione idrica alimentare: dovuta principalmente da una dieta ricca di sodio e povera di acqua 
  • Ritenzione iatrogena: causata da un abuso di farmaci, soprattutto antinfiammatori e cortisonici

Ritenzione idrica: i rimedi naturali e medici

Combattere la ritenzione idrica è possibile, ma è necessario, prima di prendere qualsiasi tipo di iniziativa e cura, rivolgersi ad un professionista del settore. Detto questo, ecco i principali rimedi.

Rimedi naturali: fitoterapia

Questa cura prevede l’assunzione di tisane e integratori, le più efficaci sono a base di betulla e tarassaco, oltre alla preparazione di infusi e soluzioni degli stessi ingredienti, da adoperare per massaggiare le parti interessate.

Rimedi alimentari: la dieta da seguire e quella da evitare

Il problema della ritenzione idrica alimentare è decisamente diffuso e sentito tra la popolazione a cause di cattive abitudini alimentari.

Tra le abitudini ‘nocive’ al corretto funzionamento linfatico e circolatorio, vi è una dieta ricca di sale e povera di acqua. Bisognerebbe infatti:

  • Consumare 3 g di sale al giorno: per limitare l’uso del sale in cucina, si consiglia di sostituirlo con spezie, limone e aceto; 
  • Bere 8 bicchieri d’acqua al dì, ovvero l’equivalente di 2 litri 

Ma quali sono i cibi da assumere e quelli da evitare per combattere il problema della ritenzione idrica? Gli alimenti drenanti, favoriscono la regolare funzione del microcircolo, e sono ottime se assunte sotto forma di tisane, soprattutto a base di betulla e tarassaco. Tra le verdure ricche di acqua ricordiamo: pomodori, peperoni e cetrioli.

Gli alimenti che invece causano la ritenzione sono quelli preconfezionati e industriali, ma anche pasta, pizza e pane, che spesso contengono troppo sale.

Anche le verdure possono contribuire al ristagno dei liquidi, come: sedano, radicchio e bietola.

Per rendere questo rimedio ancora più efficace, è necessario svolgere una regolare attività fisica, (sono sufficienti due ore e mezza alla settimana). Lo stile di vita sedentario è infatti tra le principali cause di insorgenza della ritenzione.

Rimedi medici: linfodrenaggio e mesoterapia

Due sono i principali trattamenti medico estetici volti alla cura delle ritenzione: il linfodrenaggio e la mesoterapia.

Linfodrenaggio: stimolazione manuale

Il linfodrenaggio è un trattamento estetico volta a rimuovere i liquidi in eccesso, tramite stimolazione manuale, con lo scopo di favorire un corretto deflusso all’interno dei vasi linfatici. La linfa è difatti prodotta dai capillari sanguigni e ha il compito di ripulire l’organismo dalle scorie.

I benefici che se ne ricavano sono molteplici, tra cui un miglioramento della:

  • Circolazione linfatica
  • Tonificazione ed elasticità della pelle 

e una riduzione della:

  • Cellulite
  • Gonfiore
  • Dolore  localizzato
  • Ristagno dei liquidi in eccesso 

Tra le controindicazioni relative al linfodrenaggio, ricordiamo i soggetti a cui questo tipo di trattamento è sconsigliato, ovvero:

  • Persone con insufficienza cardiaca
  • Problemi renali
  • Ipotesi
  • Affetti da ipertiroidismo 
  • Chi soffre di trombosi e flebiti
  • Soggetti asmatici

Mesoterapia: microiniezioni

Un altro trattamento estetico efficace contro la ritenzione è la mesoterapia, delle microniezioni di farmaci localizzati, volti a curare il malfunzionamento circolatorio. Questa cura può tranquillamente essere supportata da ulteriori trattamenti, quali bendaggio, massaggi, liposuzione, laser e lo stesso linfodrenaggio. Obiettivo: disintossicare l’organismo dalle scorie in eccesso e tonificare la pelle. Generalmente si richiedono dalle 8 alle 10 sedute.

Tra i principali benefici della mesoterapia ricordiamo:

  • Il trattamento non è doloroso
  • I risultati sono visibili dalle prime sedute
  • I farmaci utilizzati sono a basso dosaggio e a effetto rapido 

E le controindicazioni? Anche in questo caso la cura non è indicata per soggetti affetti da particolari patologie, quali:

  • Chi ha contratto il virus HIV
  • Soggetti sottoposti a precedenti cure di chemioterapia o radioterapia
  • Problemi cardiaci 
  • E' inoltre sconsigliato a donne incinte e durante il periodo di allattamento

Durante o dopo il trattamento invece, è possibile che il soggetto possa:

  • Avvertire sensazioni di dolore, se viene iniettata una posologia maggiore di farmaci
  • Essere allergico al farmaco utilizzato
  • Vedere manifestarsi degli edemi a seguito del trattamento, che però scompare dopo poco tempo

Per ulteriori informazioni e richieste sui trattamenti contro la ritenzione idrica, clicca il seguente link, e sarai ricontattato a breve: Medicalskincare Contatti, oppure prenota una Visita gratuita presso il nostro centro.


DOTTOR
VINCENZO MASULLO

Da alcuni anni mi occupo di tricologia e chirurgia della calvizie; il mio obiettivo principale è quello di dare ai pazienti un risultato che sia il più naturale possibile e anche, e non ultimo, con il minimo disagio nel post-intervento. Alla ricerca della perfezione, in questi anni mi sono confrontato con i migliori chirurghi mondiali che si occupano di calvizie, e partecipato ai più importanti congressi di settore.

Richiedi un consulto Per individuare la soluzione più adatta alle tue esigenze, LA VISITA è GRATUITA