Mastoplastica Riduttiva | Chirurgia Estetica |Medical SkinCare
 

BLOG

Tutte le notizie da Medial SkinCare

Riduzione Seno: L’Intervento e i Rischi

Ridurre il seno con un intervento di mastoplastica riduttiva: le fasi, i rischi e il post operatorio. I costi della mastoplastica riduttiva



riduzione-seno--l’intervento-e-i-rischi

Riduzione al seno: tutte le fasi dell’intervento, i rischi e il post operatorio, di un intervento sempre più indolore e spesso necessario

Perché sottoporsi a un intervento di riduzione al seno? Quali sono le motivazioni che spingono le pazienti ad affrontare una mastoplastica riduttiva e il suo decorso post operatorio? L’operazione si rivolge a tutte coloro che a causa di un seno troppo grande e voluminoso, non sono soddisfatte del proprio aspetto, oltre ad avere possibili problemi di salute.

Ne consegue che le ragioni per ridurre il seno, sono principalmente due:

  • Motivazione estetica: un seno troppo abbondante può creare problemi psicologici soprattutto se le mammelle risultano deformi e cascanti. La mastoplastica riduttiva riesce a riportare il seno nella sua posizione ottimale, e a rimodellarne la forma.
  • Motivi di salute: spesso un seno eccessivamente grande può provocare problemi alla postura, causando mal di schiena e disagi alla colonna vertebrale, oltre a lasciare dolorosi segni del reggiseno

(Guarda le foto Prima e Dopo)

Fasi e incisioni dell’intervento di riduzione al seno

L’intervento di riduzione al seno può essere effettuato in anestesia generale o locale, in base alla tecnica utilizzata.

Se la sedazione è totale, basta in genere un giorno di recupero o al massimo 2, se c’è stato un asporto notevole di tessuto. Nel caso dell’anestesia locale invece, il ricovero è in genere in Day Hospital. Mediamente la durata dell’operazione può variare da un minimo di 45 minuti sino a un massimo di 3 ore, in base alla situazione iniziale della paziente e delle incisioni da effettuare.

Le incisioni dell’intervento

  • Se la riduzione mammaria è minima, basta incidere i contorni dell’areola del capezzolo
  • Se invece il tessuto da asportare è notevole, si aggiunge un taglio ortogonale al solco mammellare
  • In casi più gravi, si aggiunge una terza incisione che segue la linea del solco della mammella 

Le incisioni di un intervento di riduzione sono, in tutti casi, decisamente poco visibili. Nel caso di rimozione di tessuto abbondante, vengono introdotti dei tubicini di drenaggio per evitare la formazione di ematomi. Al termine dell’intervento verrà applicato un bendaggio compressivo. Se il seno risulta eccessivamente cascante e le mammelle asimmetriche, alla mastoplastica riduttiva si può associare anche un intervento di rimodellamento del seno, mastopessi, o una liposuzione dell’adipe in eccesso.

Al risveglio, la paziente avvertirà probabile dolore al seno: una sensazione del tutto normale, possibile da alleviare con un'adeguata assunzione di antidolorifici.

Risultati mastoplastica riduttiva: sono permanenti?

Precisiamo subito un dato molto importante per le pazienti che desiderano ridursi il seno: i risultati dell’intervento sono permanenti. La forma e il volume dei seni resteranno invariati per molti anni, fermo restando che saranno soggetti alla gravità, all’invecchiamento e alla perdita di tonicità cutanea.

Mastoplastica riduttiva: le cicatrici sono visibili?

Le cicatrici, qualunque sia l’incisione effettuata, sono assolutamente poco visibili. Nel caso lo si desidera o per eventuali imperfezioni, è possibile un ritocco chirurgico a distanza di qualche mese dall’intervento. Come per ogni altro tipo di operazione, anche in questo caso è possibile che le cicatrici restino arrossate o in rilievo (cicatrici ipertrofiche). Tale situazione non può essere prevedibile prima dell’intervento, e comunque si presenta assai rara.

Il post operatorio: quando riprendere le attività?

  • Dopo 2 giorni vengono rimossi drenaggi e bendaggio. In seguito, basterà indossare un reggiseno contenitivo.
  • Prima settimana/10 giorni: riposo totale, per permettere di stabilizzare nuovamente la condizione dei tessuti coinvolti. Al termine del periodo, si può riprendere l’attività lavorativa
  • Dopo 1/2 mesi: ripresa dell’attività sportiva
  • Dopo 3/4 mesi: ripresa dell’esposizione al sole
  • Dopo 1 anno: cicatrici praticamente invisibili e impalpabili (se l’operazione è riuscita perfettamente).

Rischi e complicanze

  • Ematomi-edemi: possibile comparsa, anche in seguito all’uso di drenaggi 
  • Riduzione o perdita di sensibilità ai capezzoli: soprattutto in caso di eccessiva rimozione cutanea, è possibile intaccare terminazioni nervose che ne compromettono la sensibilità. Questa situazione può essere momentanea o definitiva
  • Allattamento: in casi di gigantomastia bisogna rimuovere l’areola intorno al capezzolo che può pregiudicare la funzione di allattare. Una complicazione decisamente rara
  • Seni asimmetrici: in alcuni casi è necessario un intervento correttivo

Costi di una mastoplastica riduttiva

I costi dipenderanno dalla situazione iniziale della paziente, dalle tecniche adoperate e dal numero di incisioni da effettuare. Approssimativamente è possibile stabilire un costo minimo di €5000 sino a un massimo di €7000, e si tratta generalmente di un intervento estetico non coperto dal Sistema Sanitario Nazionale.

Se si vuole usufruire delle convenzioni destinate alla mastoplastica riduttiva, bisogna sottoporre il caso ad una commissione che valuterà la presenza di problemi funzionali e posturali, derivanti dalle eccessive dimensioni dei seni.


Per ulteriori informazioni e richieste sui trattamenti di peeling laser, clicca il seguente link e sarai ricontattato a breve: Medicalskincare Contatti, oppure prenota una Visita gratuita presso il nostro centro.


Scopri le promozioni! Clicca su: http://www.medicalskincare.it/promozioni/93/medicina-estetica-laserterapia/lt_1/

DOTTOR
VINCENZO MASULLO

Da alcuni anni mi occupo di tricologia e chirurgia della calvizie; il mio obiettivo principale è quello di dare ai pazienti un risultato che sia il più naturale possibile e anche, e non ultimo, con il minimo disagio nel post-intervento. Alla ricerca della perfezione, in questi anni mi sono confrontato con i migliori chirurghi mondiali che si occupano di calvizie, e partecipato ai più importanti congressi di settore.

Richiedi un consulto Per individuare la soluzione più adatta alle tue esigenze, LA VISITA è GRATUITA